Teotihuacan, la casa degli Dei

   


Situato in una valle a circa 40 chilometri a nord di Città del Messico, il sito archeologico di Teotihuacan, uno dei più importanti e imponenti al mondo e le cui origini sono databili al 100 AC, è il luogo storico piú visitato in Messico e dovrebbe essere tappa obbligata  per chiunque fosse diretto alla scoperta della grande capitale centroamericana e delle bellezze che la circondano.


Il sito, che ha vissuto gli anni di massimo splendore dalla sua fondazione fino al VI secolo dopo Cristo, tempo in cui è avvenuto il suo declino definitivo,  è noto principalmente per l’ottimo stato di conservazione delle sue costruzioni, le cui massime rappresentazioni sono le celebri piramidi del sole e della luna, e per la planimetria che ancora oggi mostra con precisione la distribuzione di strade ed edifici di quella che un tempo era una delle più importanti e popolose città a livello mondiale (si parla di circa 125.000 abitanti nel suo periodo di massimo splendore).


In essa si sono alternate negli anni diverse etnie, tra cui principalmente Zapotechi, Mixtechi, Maya e Nahua. Gli Aztechi sono giunti solo diversi secoli dopo il suo declino e sembra che essi stessi abbiano coniato il nome Teotihuacan, tradotto come "il luogo dove vengono creati gli dei”.



Mappa del sito archeologico di Teotihuacan


Un elemento urbanistico di notevole imponenza è il Viale dei Morti (Calzada de los Muertos), che collega i punti estremi dell’antica città. Anche questo nome è stato attribuito dagli Aztechi, i quali credettero che le diverse costruzioni distribuite ai lati del viale fossero delle tombe. Tuttavia oggi sappiamo che si trattava di altari cerimoniali, sopra i quali venivano eretti dei templi.


Il viale ha inizio nella zona della Cittadella, in cui è anche ubicato il Tempio di Quetzalcoatl (Dio Serpente Piumato), si svolge in una lunga forma rettilinea e termina in corrispondenza della Piramide della Luna. Lungo il suo percorso si incontrano i resti di diversi edifici, adibiti in passato ad abitazioni o luoghi di culto religioso, e piazze in cui si svolgeva la vita pubblica.



Il Viale dei Morti


Tempio di Quetzalcoatl


Particolare del Tempio di Quetzalcoatl

                                      


Dettaglio architettonico di un edificio della Cittadella

                                         


Tipico edificio di Teotihuacan

                                         

                                         

Edifici lungo il Viale dei Morti



Affresco ben conservato


                                         


Tuttavia la costruzione più emblematica dell’intero sito di Teotihuacan, e che si incontra a circa metà cammino sul Viale di Morti, è la Piramide del Sole. Con i suoi 75 metri di altezza, è settima nella graduatoria delle piramidi più alte al mondo ed è possibile scalarla fino alla sommità. La costruzione, divisa in più fasi, è stata terminata nel III secolo DC e si ritiene che in antichità fosse dedicata ai riti in onore di una divinità propria della civiltà di Teotihuacan.



Piramide del Sole


Piramide del Sole


Piramide del Sole



La scalata verso la vetta non è semplicissima a causa dei tanti e ripidi gradini, ma la ricompensa che si ottiene una volta in cima vale la fatica di ogni singolo passo: una vista mozzafiato delle valli circostanti e di tutta l’area archeologica, di cui si apprezzano principalmente  l’estensione della Calzada de los Muertos e il profilo in lontananza della Piramide della Luna.


Questa scalata è stata per me un momento importante sia da un punto di vista fisico che psicologico; è stato infatti il mio primo significativo impegno fisico dopo aver subito due interventi chirurgici a entrambi i piedi e caviglie. Inizialmente ero titubante all'idea della  salita, ma con un po’ di fiducia l'esame è stato superato senza particolari difficoltà, a riprova del fatto che spesso i limiti che ci poniamo sono solo ingigantiti dalla nostra mente.


La cima di questa imponente costruzione regala anche una forte intensità energetica, dovuta probabilmente ai materiali con cui è stata costruita e alla sapienza degli antichi architetti di saper collocare i luoghi di culto con un particolare orientamento lungo gli assi cardinali allo scopo di incamerare il massimo livello energetico in funzione dei cicli solari e terrestri.



Scalata alla Piramide del Sole


Vista della piazza principale dalla vetta della Piramide del Sole


Calzada de los Muertos e Piramide della Luna visti dalla cima della Piramide del Sole


Una volta ripreso il cammino lungo il viale principale, esso termina con la visita alla Piramide della Luna, seconda per grandezza a quella del sole e scalabile solo per metà della sua altezza a causa della cedevolezza strutturale della parte superiore.



Sullo sfondo la Piramide della Luna


La vista dalla piattaforma di questa piramide segna la degna conclusione di una giornata memorabile dedicata alla scoperta di un sito archeologico di notevole bellezza e importanza. Da essa infatti si apprezza l’intera estensione del Viale dei Morti, con tutti gli edifici e gli elementi urbanistici che lo adornano, e principalmente si riesce a godere del mastodontico profilo della  Piramide del Sole che domina come protagonista indiscussa l’intera scena della valle di Teotihuacan.



Vista della valle di Teotihuacan e della Piramide del Sole dalla cima della Piramide della Luna



Il sito di Teotihuacan visto dalla Piramide della  Luna



Ogni foto che si rispetti ha bisogno della preparazione del setting :)



0 Comments:

Posta un commento